lunedì 27 gennaio 2014

Giorno della memoria? Ma non ci stiamo dimenticando qualcosa?


Ebbene questa è la verità. La Shoah, che proprio oggi il mondo ricorda, è solo uno dei tanti massacri e una delle tante atroci torture attuate nella storia dell'uomo. Il fatto che ogni anno venga riproposto il giorno della memoria può essere un modo per non dimenticare, e fin qui siamo tutti d'accordo. Ma non ci stiamo dimenticando qualcos'altro?


venerdì 10 gennaio 2014

Gesù predicava l'ecologia profonda? (parte 2)


Nel post precedente abbiamo esaminato una possibile, alternativa interpretazione della parabola dei vignaioli omicidi mettendo in evidenza i vari collegamenti fra ecologia profonda e il messaggio di Gesù.

Sebbene la parabola dei vignaioli omicidi è molto dura e pessimistica riguardo al destino dell'umanità (se l'uomo continuerà a disobbedire al richiamo del Tutto verrà inevitabilmente cancellato dall'esistenza), vi sono molte altre parabole di Gesù che invitano alla speranza e al possibile ravvedimento dell'uomo.
La parabola dei vignaioli omicidi infatti ci mette in guardia dicendoci quello che accadrà se l'uomo non cambia condotta ma ve ne sono altre invece che ci dicono cosa accadrà se l'uomo converte la sua vita.

La più famosa è senz'altro la parabola del "figlio prodigo" che trasposto letteralmente significa "il figlio spendaccione".
Questa parabola è molto interessante da questo punto di vista...
Parla di un figlio che vuole essere indipendente dal padre e si fa dare dei soldi per andare in città e crearsi una vita tutta sua.
Ma una volta andato in città inizia a sperperare il denaro con prostituite, bevande e ogni altro divertimento fino a che non finisce a pascolare i porci per pagare i suoi debiti di gioco. Alla fine il figlio si rende conto del suo sbaglio e torna dal padre che lo accoglie a braccia aperte.
Tutto questo cosa vi ricorda? Non vi sembra un messaggio fin troppo attuale per esser stato pronunciato più di 2000 anni fa?